I Bitcoin e più in generale le cryptovalute sono un fenomeno che ha interessato la nostra epoca e si sta diffondendo con una velocità impressionante catturando l’attenzione di milioni di persone in tutto il mondo. Queste monete virtuali sono infatti oggetto di discussione e ogni giorno le transazioni che avvengono proprio con queste valute sono tantissime.
Ma in effetti in che modo è possibile spenderle una volta accumulate? E quali sono i circuiti che le accettano come pagamento per i propri prodotti/servizi?
Scopriamolo insieme.

 

Informatica e videogiochi

Il mondo dell’informatica è quello che, per ovvie ragioni, è stato tra i primi ad accettare il Bitcoin come pagamento. In particolare alcune aziende americane tra cui la Dell hanno deciso di intraprendere una partnership con Coinbase per accettare proprio questo tipo di pagamento. Purtroppo il servizio non è ancora disponibile in Italia ma siamo sicuri che ben presto anche qui avremo questa possibilità.
In alternativa però ci si può consolare con qualche videogioco. Steam, una delle piattaforme di vendita relativa l’universo video ludico più grande al mondo, accetta pagamenti in cryptovalute con transazioni comode, semplici e rapide.

 

Viaggi

Quello dei viaggi è uno dei settori che suscita più interesse al giorno d’oggi proprio in virtù della facilità con la quale è possibile spostarsi da un posto all’altro. Alcuni siti di prenotazione online hanno deciso di accettare anche i Bitcoin come pagamento offrendo tariffe che risultano comunque abbastanza vantaggiose.
In particolare parliamo di BTCTrip il quale presenta un funzionamento pressoché identico ad altri siti di prenotazione nei quali è possibile inserire destinazione, data di partenza e data di ritorno. L’unica differenza è che è possibile pagare utilizzando moneta virtuale pagando, ad esempio, circa 0,3 BTC per un viaggio in Cina e intorno ai 0,24 BTC per andare in Messico.
Anche AriBaltic una compagnia aerea di origine lettone ha deciso di accettare Bitcoin come pagamento per i propri servizi.

 

Shopping e non solo

Tra i siti più interessanti che offrono la possibilità di pagare in Bitcoin troviamo anche Ovestock piattaforma che mette a disposizione dell’utente praticamente qualsiasi tipo di merce possibile. E’ una sorta di magazzino fornito di tutto nel quale è possibile fare i propri acquisti e pagare utilizzando la moneta virtuale.
A questo sito se ne aggiungeranno presto altri tra cui Bitlasers che come il termine stesso suggerisce si occuperà della vendita di stampanti, Bitgild per la vendita di monete e lingotti d’oro e Bitdials che si occuperà invece della vendita di orologi sia relativi a marchi di lusso che a modelli più comuni.

 

Coming Soon..Amazon

Infine, dopo aver vagliato tutti i possibili modi per spendere i propri Bitcoin, non si può non parlare di una delle notizie che ha letteralmente sconvolto questo universo. Jeff Bezos, fondatore di Amazon, ha dichiarato che ben presto il più grande e-commerce al mondo accetterà moneta virtuale come pagamento.
La notizia è praticamente rimbalzata da una parte all’altra anche se non si conoscono ancora i dettagli. In ogni caso rappresenta sicuramente un passaggio importante che permetterà a questa valuta di divenire sempre più di uso comune.

One Comment

  1. Ivan

    in Svizzera possiamo anche acquistare biglietti e molto altro dal postomat delle FFS

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked *

nine − 1 =