Le persone felici generalmente condividono approcci simili alla risoluzione dei problemi. Conoscere concretamente la pratica di questi metodi può essere utile per tutti come stimolo ad essere più resiliente.

Partiamo da un concetto abbastanza basilare e ovvio: è più facile essere felici quando le cose vanno bene. I risultati positivi sono noti per sollevare l’umore delle persone, mentre le emozioni negative (come l’ansia) generalmente riflettono queste preoccupazioni trasformandosi spesso in risultati negativi.

Ma le persone felici sono anche brave a gestire i problemi in modi che le aiutino a mantenere il loro umore, pur affrontando i problemi in modo risoluto ed efficace.

Ecco tre cose che accomunano le persone felici nell’approccio ai problemi e, in generale, alle situazioni.

 

Concentrarsi sul futuro

Per affrontare una situazione spiacevole risulta fondamentale comprendere il problema che si sta affrontando. Ovviamente le persone felici analizzano l’accadimento per tentare di capirlo. La differenza, però, sta nel fatto che esse non si focalizzano troppo a lungo sul problema.

Il fatto è questo: le persone felici evitano di rimuginare ripetutamente su ciò che è andato storto.

Piuttosto preferiscono rivolgere lo sguardo verso il futuro. Ciò accade sostanzialmente per due ragioni.

La prima è che il futuro è un elemento non ancora definito e ciò permette alle persone felici, ottimiste per natura, di prevedere e immaginare accadimenti positivi. Il secondo motivo è il fatto che le persone felici cercano di rendere il futuro migliore rispetto al passato: ciò le porta a creare una prospettiva di speranza, a prescindere da quale sia la situazione attuale.

 

Trovano il modo di agire

In qualsiasi momento, la situazione in cui ti trovi esercita un certo controllo sulle tue opzioni di scelta delle azioni. Quando sei seduto nel traffico, ad esempio, non c’è molto che puoi fare: puoi solo aspettare che le auto intorno a te inizino a muoversi. La quantità di controllo che hai a disposizione all’interno di una situazione definisce il grado di libertà di azione.

Le persone felici, davanti ad un problema, cercano sempre di comprendere il proprio grado di autonomia nell’affrontarla.  Sono più interessati a ciò che possono fare per influenzare la situazione positivamente, piuttosto che concentrarsi su tutte le opzioni che non sono percorribili a causa di ciò che è accaduto.

Tale analisi è importante è rappresenta le basi per la creazione di un piano per risolvere il problema. E prima viene affrontato un problema, meno tempo avrà a disposizione per generare stress.

 

Capiscono quando rinunciare

Talvolta capita di trovarsi davanti a problemi che non possono essere risolti. Forse c’è un cliente che non è mai soddisfatto del lavoro che fai. Forse c’è un processo che stai cercando di implementare che non sembra mai avere il risultato desiderato.

Potresti anche aver lavorato sul problema per molto tempo, ma devi avere la capacità di comprendere quando rinunciare è la scelta migliore.

Ognuno di noi ha una quantità limitata di tempo ed energia che può essere dedicata al lavoro che stiamo facendo. Trascorrere del tempo su problemi che non possono essere risolti ha un costo. Ci sono altre cose che potrebbero essere fatte con il tempo a disposizione che potrebbero dare risultati migliori. È importante imparare a capire quando è il momento di rinunciare a un problema piuttosto che perseverare nel cercare di risolverlo.

 

 

 

 

Comments are closed.