Le Instagram Stories rappresentano, a tutti gli effetti, un nuovo canale di comunicazione del mondo social. Nonostante lo scetticismo iniziale generale, sono state accolte con entusiasmo da parte del pubblico di utenti che ha iniziato ad utilizzarle in modo progressivamente sempre più massivo.

Se l’utilizzo delle Instagram Stories è un atteggiamento sicuramente democratico e diffuso, l’uso corretto delle stesse spesso viene meno.

Ciò è vero soprattutto per i brand che, nella gestione del proprio canale aziendale, dovrebbero essere in grado di approcciare lo strumento Instagram Stories in modo efficace e di valore.

 

Strutturare in modo corretto le Instagram Stories è fondamentale per comunicare in modo coerente rispetto agli obiettivi di business e generare un ritorno diretto sull’aumento delle conversioni.

Infatti, se le views delle tue stories sono sicuramente un elemento importante, altrettanto (o forse anche più) strategica è l’analisi delel interazioni e delle conversioni che da esse derivano

Un key performance indicator interessante da monitorare è legato al numero di volte in cui gli utenti hanno effettuato swipe up su ciascuna Instagram Stories.

 

Per utilizzare in modo efficace le Instagram Stories al fine di comunicare il tuo brand e rafforzarne il posizionamento presso il pubblico di riferimento, ti consigliamo di evitare alcuni errori molto frequenti.

 

No ai contenuti troppo impostati

I social network premiamo i contenuti reali o, almeno, percepiti come tali da parte degli utenti. Mentre nel feed di Instagram l’attenzione all’estetica è ormai un must, nelle Stories gli utenti si aspettano contenuti più autentici e naturali. Se desideri incrementare le performance delle tue Instagram Stories, quindi, evita di condividere contenuti troppo studiati e patinati e prediligi contenuti reali e maggiormente spontanei.

Anche se vuoi che le tue Stories sembrino autentiche e postate sul momento, assicurati di controllarle prima per verificare come appaiono. Sono sfocate? Il testo ha errori di battitura? Va bene essere autentici, ma comunque curati, professionali e chiari nei messaggi.

Sì, invece, all’utilizzo di sticker, GIFs e filtri che rendono il registro comunicativo della tua storia molto in linea con i contenuti condivisi su Instagram.

 

Inserisci una CTA chiara

Una delle ragioni che potrebbe essere all’origine di un basso tasso di conversione delle tue stories potrebbe essere la mancanza di una call to action chiara, univoca e adeguatamente espressa. Senza un chiaro richiamo all’azione è probabile che la tua audience passi alla Storia successiva senza rendersi conto dell’azione che gli hai chiesto di fare.

Ad esempio, se utilizzi la funzione swipe up fai in modo di specificare bene agli utenti cosa accadrà se visiteranno il link inserito. Fare swipe up per che cosa? Comprare il prodotto presente nella storia, leggere il post a riguardo, iscriversi alla newsletter per scoprire quando è disponibile? Bisogna aggiungere maggiori informazioni perché il messaggio giunga chiaro e forte agli utenti.

 

Pagina di destinazione pertinente

Una volta convinti gli utenti a visitare il link inserito, è fondamentale che i contenuti di esso siano coerenti con il messaggio presente nella tua Instagram Stories. Anche il design della landing page è un elemento altrettanto strategico: esso, infatti, deve essere in grado di  rispecchiare il tono della tua Storia per una esperienza che sembri senza interruzioni agli occhi dell’utente.

 

 

 

In ogni caso, la regola principale nell’utilizzo delle Instagram Stories è sperimentare. La piattaforma mette a disposizione degli utenti sempre più formati e funzionalità: testali mixandoli ad una buona dose di creatività ed individua la ricetta migliore per il tuo brand.

 

 

 

 

Comments are closed.