Il mondo dei social network è in continuo fermento. Le novità sono costanti e gli aggiornamenti spesso sorprendenti e inaspettati.

Questa volta è il turno di Twitter che ha in serbo per i propri utilizzatori tante novità interessanti e curiose.

La fonte è di tutto rispetto: il CEO della società Jack Dorsey.

In una recente intervista sul palco della conferenza TED ha stupito tutti i presenti affermando che desidera rivoluzionare il modo in cui funziona Twitter. Secondo Dorsey, infatti, gli utenti in futuro potranno seguire direttamente gli interessi anziché account specifici.

Una novità di tutto rispetto con un obiettivo chiaro e ambizioso: dare valore ai contenuti condivisi all’interno del social network e incrementare la quota di tempo trascorso dagli utenti sulla piattaforma.

Secondo il CEO di Twitter, la piattaforma potrebbe funzionare meglio se concepita come “una rete basata sugli interessi”. Gli utenti che effettueranno il login al proprio profilo, infatti, vedranno esclusivamente contenuti legati ai propri interessi a prescindere dalla fonte dell’informazione e dall’account che li ha condivisi.

“Se dovessi ricreare il servizio da zero, non credo che vorrei enfatizzare i follower” ha dichiarato Dorsey.

Maggiore qualità, quindi, a discapito della quantità.

Secondo il CEO, poi, il punto di vista deve mutare decisamente: l’obiettivo non deve essere a tutti i costi massimizzare il tempo che gli utenti trascorrono su Twitter, ma migliorare i contenuti proposti in relazione al fruitore. “Più pertinenza significa meno tempo, e questo è perfettamente soddisfacente”, ha detto Dorsey.

Una bella rivoluzione che andrebbe a togliere preminenza ai profili per dare sempre più valore ai contenuti.

Un trend verso cui si stanno orientando numerosi social network: la priorità ai contenuti.

Tali aspettano impattano inevitabilmente anche sulla misura del successo del social network rispetto ad ora: i KPI di valore per Twitter, secondo quanto dichiarato dal CEO, sono il numero di utenti attivi quotidiani e le “catene di conversazione, per incentivare contenuti sani” e di valore.

I social media manager sanno bene come questo sarà l’ultimo trimestre in cui Twitter pubblicherà i suoi MAU (monthly active user) o utenti attivi mensili, concentrandosi invece su una nuova metrica che ha introdotto all’inizio di quest’anno e che ha chiamato mDAU o utenti attivi giornalieri monetizzati.

In tale prospettiva si inseriscono anche le nuove funzionalità recentemente introdotte dalla piattaforma che permettono di arricchire i contenuti condivisi dagli utenti.

Su Twitter infatti è ora possibile aggiungere una foto, una gif o un video oltre al testo quando si fa il retweet di un post.

L’azienda ha annunciato la novità dicendo che “è facile esprimersi retwittando con un commento. Cosa succederebbe se si potesse fare un ulteriore passo avanti e includere i media? A partire da oggi, è possibile! Retwitta con le foto, una gif, o un video”.

Queste novità si inseriscono in uno scenario di crescita per il social network che risulta crescere anno dopo anno e che proprio in questi giorni ha registrato un aumento del 18% dalle entrate pubblicitarie, generando 679 milioni di dollari durante il primo trimestre del 2019.

Infine, ecco quali sono i prossimi passi annunciati dall’azienda per migliorare la sicurezza.

In primo luogo, l’intento è quello di potenziare la tecnologia per controllare più velocemente, e prima che vengano segnalati, i contenuti non conformi alle norme della piattaforma, nello specifico i tweet con informazioni private, minacce e altri tipi di abusi.

Questo significa che per gli utenti sarà più facile condividere i dettagli quando segnalano contenuti critici, in modo da poter agire più velocemente, soprattutto quando riguardano la salvaguardia delle persone.

Comments are closed.